I contratti legati alla casa sono una tra le preoccupazioni più grandi per chi si avvicina a un trasloco.

Quando si cambia abitazione sono moltissime le cose a cui pensare e può essere molto stressante gestire tutto. Infatti, queste utenze (luce, acqua e gas per esempio) sono fondamentali per la vita di tutti i giorni e non possono essere trascurate.

Oggi sono tante le offerte di luce e gas in Italia che garantiscono diversi servizi a prezzi convenienti. La politica del mercato libero rende ancora più complesso capire quali pacchetti e fornitori possano rispondere oggettivamente alle proprie esigenze, non solo di prezzo ma anche di qualità di servizi.

Anche se le imprese più conosciute e storiche sono Enel ed Eni, in Italia esistono parecchi fornitori di energia elettrica e gas.

Come amministrare i contratti legati alla casa

Amministrare i contratti legati alla casa può essere molto difficile, soprattutto all’inizio. Infatti, prima di traslocare le utenze è necessario effettuare alcune verifiche, come lo stato del contatore e del contratto/utenze della casa in cui si andrà ad abitare.

In questo modo sarà possibile procedere con diverse azioni.

Disdire il contratto

Disdire il contratto luce e gas, in modo da poter poi allacciarne uno nuovo. Di fatti, per richiedere la disdetta sono necessari diversi documenti:

  • codice fiscale dell’intestatario;
  • l’auto-lettura del contatore;
  • il codice cliente;
  • il codice POD;
  • l’indirizzo per la fattura;
  • il giorno di disattivazione desiderato.

Inoltre, in questo caso può essere necessario muoversi anticipatamente, in quanto i tempi possono dilungarsi a causa dei diversi step (come richiesta, accettazione dal fornitore e chiusura).

Richiedere la voltura

Invece, con la voltura queste tempistiche si eliminano.

Non c’è una chiusura e una riapertura. Inoltre, con questo procedimento è possibile mantenere lo stesso contratto e lo stesso contatore. Semplicemente in questo caso viene modificata l’intestazione di entrambi per il futuro proprietario o conduttore dell’abitazione.

Gestire i contratti luce e gas

Nella gestione dei contratti legati alla casa è fondamentale optare per il pacchetto o la promozione più adatta alle proprie esigenze.

Infatti, è indispensabile scegliere soluzioni in base ai propri bisogni e non solo perché allettati dai prezzi bassi dei pacchetti.

Ad esempio, nel caso del gas è fondamentale comprendere quale opzione sia più adatta al tipo di riscaldamento della casa, ma anche se si cucina con fornelli elettrici o a metano.

Invece, nel caso della luce può essere fondamentale calcolare il tempo trascorso in casa e valutare un’offerta bioraria o monoraria.

Gestire i problemi e recesso delle utenze

Oggi online si possono trovare moltissime guide su come gestire i problemi e il recesso, ma anche come effettuare la voltura o aprire un nuovo contratto.

Di fatti, questo strumento oggi è indispensabile per orientarsi nel mercato libero, che vede come protagonisti moltissime fornitori e altrettante offerte.

In questa vasta scelta di alternative, il web aiuta il consumatore a gestire i contratti legati alla casa, a comprenderne meglio i dettagli e a non incappare in truffe o offerte non adatte alle proprie esigenze.

Phishing e Fake News

Internet è un posto bellissimo, dove si può imparare davvero molto, ma allo stesso tempo è piena di pericoli.
Il miglior modo per evitarli è conoscerli bene. In questa diretta cercheremo di capire le tecniche usate dai truffatori online per imparare a difenderci da raggiri e a riconoscere notizie false.
Gli schemi che si ripetono tendono ad essere sempre gli stessi, o molto simili: impariamoli per riconoscere da lontano le trappole.
Ne parleremo in diretta mercoledì 30 settembre alle ore 21:00 su facebook durante il nuovo appuntamento di

Zeus Live , sulla pagina della diretta.

Non mancate!

Antibufala rapido:

Gira su whatsapp e Facebook una immagine di un asserito bonifico di € 600 su un conto corrente milionario.

No, non sono i 600€ di INPS o Cassa Forense, anche perché sono in real brasiliani su un conto corrente con scritte in portoghese.

L’immagine originale da cui è tratta quella che gira è questa, presa da: https://pt.dopl3r.com/memes/engra%C3%A7ado/lte-stall-7070-e-internet-banking-sair-conta-conta-v-meu-saldo-v-0208-013-r-133485600-saldo-133425600-c-08042020-873474-gov-aux-eme-60000-c-saldo-133485600-c/965364

Stamattina ricevo sulla mia casella di lavoro questa email di rinnovo del dominio su Aruba:

E mi dico: “Impossibile, ho il rinnovo automatico!“.
Allora decido di indagare.
Come vi spiego sempre, per prima cosa vado a vedere a cosa punta il link dove è scritto “RINNOVA ORA CON UN CLICK“.
Ovviamente non punta al dominio ufficiale aruba.it, ma ad un sito di un Asilo di Guidonia (http://www.asiloguidonia.it/ver.php?id=**************4); l’indirizzo email dell’Asilo è pure riportato in calce alla email, il tutto ovviamente ad insaputa di questo Istituto.
Aprendo il link, con le dovute cautele (don’t try this at home!), mi si apre questa pagina:

È chiaramente una falsa pagina di Banca Sella, fatta apposta per rubare i numeri di carta di credito dell’ignaro utente Aruba che crede invece di rinnovare il proprio dominio.
Infatti la pagina non è protetta dal protocollo https (“non sicuro” c’è scritto nella barra degli indirizzi di Chrome).
La pagina risulta poi ospitata, non sul dominio dell’Asilo di Guidonia, bensì sul sito del Cenacolo degli Artisti Aretini (http://www.cenacoloartistiaretini.it/wp-admin/user/local/rinnovo-*******), a loro insaputa.
Non mancano, come al solito, gli errori di ortografia e grammatica (“nserimento dati“, “finire“).
I link “Dove trovo il codice di sicurezza” e “Informativa sulla privacy” non sono ovviamente funzionanti e la lingua della pagina non è modificabile.
Ho subito provveduto a segnalare queste vulnerabilità dei loro siti ai rispettivi ignari proprietari, in modo che possano provvedere a “tapparle”.
Come sempre, non cadete nella trappola!
Se avete bisogno di assistenza mi trovate su www.avvocatobaglini.ite su facebook.com/avvocatobaglini.

Questa truffa (che esiste ormai da tempo) potrebbe essere più insidiosa di altre, perché apparentemente proviene da un proprio contatto al quale probabilmente sono stati rubati dalla rubrica gli indirizzi email dei conoscenti.
La sgrammaticatissima email scrive:

Oggetto: messaggio urgente
 
Ciao
 
Come stai? Ho un problema urgente a spiegarti .
 
Contattami per e-mail discretamente perché sono irraggiungibili sul mio telefono in attesa di dirti.
 
Posso contare su di te?
 
Grazie. 

Il testo è evidentemente tradotto malamente in italiano con l’aiuto di un traduttore automatico.
Oltre ovviamente alla maltrattata lingua, ciò che deve destare sospetti è la richiesta di contatto solo per email e non per telefono.
Se si prova a rispondere al messaggio, il truffatore (spacciandosi per il vostro amico o conoscente che risulta come mittente apparente) spiegherà (sempre in pessimo italiano) che ha avuto dei problemi durante un viaggio di lavoro e chiederà perciò il vostro aiuto, cioè l’invio di denaro per mezzo di Western Union o simili.

La truffa appare evidente sin dalla prima email (a meno che abbiate amici e conoscenti abituati a scrivere in pessimo italiano).
In ogni caso, se proprio aveste dei dubbi, provate prima di tutto a contattare per telefono il mittente della email per capire se avesse veramente bisogno di aiuto (e di qualche lezione di italiano).
Già che ci siete, magari avvisatelo che con ogni probabilità gli sono stati rubati tutti gli indirizzi email dalla rubrica, quindi pregatelo di dotarsi di buon antivirus!

Ecco l’ennesimo tentativo di truffa.
Questa volta cercano di attirare l’utente con la promessa di un rimborso di denaro per un asserito doppio pagamento di una stessa bolletta.

Ecco il testo della email:

Gentlie Cliente,

 Abbiamo notato Che hai pagato la bolletta Allo stesso tempo Due volte,

 Importo : 37.00 EURO
 Riferimento : TIM-1902W

 Per confermare il rimborso
 Fare clic sul seguent link http://rimborso.tim.it
 Ti aspettiamo presto  tim.it
 grazie dasTIM.

 MYTIM

Da cosa si capisce che è una truffa?

  1. Il mittente: c’è scritto “TIM”, ma l’indirizzo mittente è indicato in “[email protected]”.
  2. Il logo TIM: è deformato e non rispetta le proporzioni del logo ufficiale.
  3. L’utenza: manca qualsiasi riferimento al nome del cliente di TIM e dell’utenza relativa.
  4. La grammatica: il messaggio esordisce con un “Gentlie cliente” e prosegue con un “seguent link”! Poi non è scritto in italiano normale e ci sono diverse maiuscole messe a caso; inoltre l’importo è indicato con il punto (anziché la virgola) decimale.
  5. (last but not least) Il link: come spiego sempre, anche se apparentemente si legge un certo URL a cui punterebbe il link, in realtà bisogna verificare sempre quale è il reale URL. In questo caso appare sì ” http://rimborso.tim.it ” (sito che peraltro non esiste neppure), ma se ci si ferma con il mouse sul link (o se si tiene premuto, da cellulare o tablet) appare il reale URL di destinazione, che nel nostro caso è “http://www.cortendesign. net/cgi-bin/#servizo”.
Spero di avervi messo sufficientemente in guardia!

Una rapida segnalazione.
Questo tentativo truffaldino arriva via SMS con apparente mittente “MPS”.
Nel messaggio è scritto:

Gentile cliente, il tuo conto e’ stato temporaneamente sospeso per motivi di sicurezza. Verifica la tua identita’ su. https://*.ebanking-mps.*********

Naturalmente non si tratta di un messaggio realmente inviato da MPS.
Innanzitutto gli istituti bancari non inviano mai SMS o e-mail contenenti link.
Inoltre, se guardate bene, il link non è verso www.mps.it (il vero sito del Monte dei Paschi di Siena), bensì punta verso il dominio ebanking-mps. com.
Ad un rapido whois si vede che il dominio non è registrato al Monte dei Paschi, bensì risulta registrato tramite NameCheap ad un anonimo che si nasconde dietro WhoIsGuard (servizio per mantenere l’anonimato della registrazione tramite prestanome).

Alcuni antivirus indicano che si tratta di un sito truffaldino, come si può vedere dal resoconto di VirusTotal.
Anche il browser Chrome lo indica come sito inaffidabile.

Cosa fare in questi casi?
Ignorare il messaggio e cestinarlo.
Mai cliccare sul link.
Nel caso aveste cliccato sul link e digitato vostri dati personali, in particolare i vostri codici di accesso di banca, segnalate subito l’accaduto al vostro istituto per far bloccare il vostro home banking e farvi dare nuove credenziali.

Tenete gli occhi aperti, sempre!

Cani nucleari perplessi

Qualche giorno fa nella posta elettronica mi sono trovato questa simpatica email di truffa:

Il testo del messaggio è:

Gentile [email protected]
Attenzione! Abbiamo notato dell’attività insolita nella sua carta di credito
Il suo accesso al portale cane titolari e stato temporaneamente bloccato per la sua tutela. 
Si prega di confermare la propria identità attraverso il nostro collegamento sicuro Accedi a collegamento sicuro

Servizio Clienti BANCO BPM
La preghiamo di non rispondere a questa mail.

Già, BPM mi ha bloccato niente di meno che l’accesso al “portale cane titolari“! ?
E adesso come faccio?
Nessun problema!
Basta cliccare il link che punta a… BPM?
Ovvio che no!
Il link per il “collegamento sicuro” è http://uxlqgz3uvffaqay.tecnologiasnucleares.cl/.bpmx796/?email=XXXX 

Meglio non aprirlo, per evitare la contaminazione da… cani radioattivi! ?

Ironia a parte, diffidate sempre dai link contenuti in email apparentemente provenienti da banche e, se proprio volete aprirlo, almeno ricordate sempre di verificare a che sito punta il link.

www.avvocatobaglini.it

In questi giorni sta girando per email questo ennesimo tentativo di – per dirla alla francese – fregatura:

Da: BANQUE UBA BÉNIN <[email protected]>Data: mar 6 feb 2018 alle 20:20

Oggetto: Cher victime bénéficiaire Bonjour,

A: <[email protected]>

Cher victime bénéficiaire Bonjour,

            Nous venons par le présent mail vous informer que nous avons travaillé à l’éradication des fraudeurs et des arnaqueurs en  Afrique avec l’aide de l’Organisation de l’unité africaine, des Nations Unies, de l’Union européenne et  du FBI. Nous avons pu retrouver un escroc dans diverses parties des pays africains qui comprend (Nigéria,  République du Bénin, Ghana, Cameroun, Sénégal et la Côte d’Ivoire) et ils sont tous sous la garde du  gouvernement maintenant, ils seront présenter à la Cour Pénale Internationale (CPI) bientôt pour la  justice. Au cours de l’enquête, ils ont pu récupérer des fonds auprès de ces escrocs et l’organisation du FMI a ordonné que les fonds récupérés soient partagés entre les 12 personnes chanceuses énumérées autour du monde comme compensation.

             Cet avis vous a été adressé parce que votre adresse e-mail a été trouvée dans l’un des dossiers d’arnaque d’un escroc et  sur le disque dur de son ordinateur pendant l’enquête, peut-être avez-vous été victime d’une arnaque. Vous êtes donc indemniser (dédommager) avec une somme de $680.000, six cent quatre vingt mille dollars valable sur une carte bancaire ATM. Puisque votre adresse courriel fait partie des bénéficiaires chanceux qui recevront un fonds  d’indemnisation, nous avons convenu que votre paiement vous sera payé par l’intermédiaire de la carte VISA ATM et sera livrer à votre adresse postale avec les numéros d’identifications pour vous permettre un retrait maximal de 5.000 $ retrait dans n’importe quel guichet automatique bancaire de votre choix,  jusqu’à ce que tous les fonds soient retirés. La carte ATM avec les numéros de broche de sécurité vous seront livrée par courrier express.

Remarque: Vous auriez à payer pour les frais de livraison, je ne connais pas les frais de messagerie pour vous expédier la carte, mais si vous me le permettez et accepter les termes, alors je peux faire une demande de la compagnie de messagerie pour connaître le coût immédiat de livraison de votre carte  bancaire VISA ATM.

Le colis vient de la République du Bénin. N’oubliez pas de reconfirmer vos informations suivantes.

  1. Votre nom complet:
  2. Adresse domiciliaire à laquelle nous pouvions envoyer votre carte d’atmosphère :
  3. Profession :
  4. Numéro cellulaire / mobile:
  5. Pays de résidence:

 Nous vous conseillons d’arrêter toutes les communications avec tout le monde concernant votre paiement car nous avons une liste courte à vous livrer et nous vous invitons maintenant à vous conformer et à recevoir vos fonds de carte de retrait.

Pour tout renseignement veillez appeler ce numéro de téléphone 00229 638 709 14.

Merci pour votre attention.

Haute Considération

Dr. Ellis NZO ASU.

Téléphone / No: 00229 638 709 14

ORGANISATION DU FMI.

 

 

Messaggio che, tradotto (alla buona e con Google Translate), suona pressappoco così:

“Cara vittima beneficiaria, Buongiorno,

 Con la presente vi informiamo che abbiamo lavorato per sradicare truffatori in Africa con l’aiuto dell’Organizzazione dell’Unità Africana, delle Nazioni Unite, dell’Unione Europea e dell’FBI. Siamo stati in grado di trovare un truffatore in varie parti dei paesi africani che comprende (Nigeria, Repubblica del Benin, Ghana, Camerun, Senegal e Costa d’Avorio) e sono tutti sotto la custodia del governo ora che saranno presentati alla Corte Tribunale Penale Internazionale (CPI) presto per la giustizia. Durante l’indagine, sono stati in grado di recuperare i fondi da questi imbroglioni e l’organizzazione del FMI ha ordinato che i fondi recuperati fossero condivisi tra i 12 fortunati menzionati in tutto il mondo come risarcimento.            

 Questo avviso ti è stato inviato perché il tuo indirizzo email è stato trovato in uno dei file di una truffa di scammer e sul disco rigido del suo computer durante l’indagine, forse tu eri una vittima di una truffa. Pertanto, si indennizza (compensa) con una somma di $ 680.000, seicentottantamila dollari validi su una carta bancaria ATM. Dato che il tuo indirizzo e-mail è uno dei fortunati destinatari che riceveranno un fondo di compensazione, abbiamo concordato che il pagamento ti sarà pagato tramite la carta VISA ATM e ti verrà consegnato al tuo indirizzo postale con i numeri di identificazione per te. consentire un prelievo massimo di $ 5.000 di prelievo in qualsiasi ATM di tua scelta, fino a quando tutti i fondi sono stati ritirati. La carta bancomat con i numeri dei pin di sicurezza sarà consegnata tramite corriere espresso. 

Nota: Dovresti pagare le spese di spedizione, non conosco le spese di spedizione per spedirti la carta, ma se mi permetti e accetto i termini, allora posso fare una richiesta dal corriere per sapere il costo immediato della consegna della carta di credito VISA ATM. 

Il pacco proviene dalla Repubblica del Benin. Non dimenticare di riconfermare le seguenti informazioni. 

  1. Il tuo nome completo:
  2. Indirizzo di casa a cui potremmo inviare la tua carta bancomat:
  3. Professione:
  4. Numero di cellulare / cellulare:
  5. Paese di residenza:

Ti consigliamo di interrompere tutte le comunicazioni con tutti per quanto riguarda il pagamento in quanto abbiamo una lista breve da consegnare a te e ora ti invitiamo a rispettare e ricevere i fondi della tua carta di prelievo. 

Per qualsiasi informazione si prega di chiamare questo numero di telefono 00229 638 709 14. 

Grazie per l’attenzione. 

Con profonda stima. 

Dr. Ellis NZO ASU. 

Numero di telefono: 00229 638 709 14 

ORGANIZZAZIONE DEL FMI.”

Si tratta di una classica truffa alla nigeriana, che cerca di far leva su soggetti già vittime di altre  precedenti truffe!

Con ogni probabilità l’obiettivo dello scammer è quello di intascarsi i soldi per le “spese di spedizione” della fantomatica carta Visa.

Come al solito, i truffatori cercano di far leva sui lati emotivi, facendo fretta e cercando di isolare la potenziale vittima.

Il consiglio è il solito: segnalate la mail come spam.

Se volete divertirvi e avete tempo da perdere potete stare un po’ al gioco per vedere dove vogliono andare a parare.

Se invece non avete tempo da perdere, potete inoltrare la mail a un sistema automatico come quello segnalato da Paolo Attivissimo qui (devo dire che quando l’ho provato qualche tempo fa non mi sembrava funzionante).